Market & Business

RIM: prospettive finanziarie negative e la revisione strategica

RIM

Research in Motion ha avvertito gli investitori che i risultati finanziari del trimestre in corso saranno negativi e offerto un quadro strategico del proprio futuro, tramite una press release del CEO rilasciata ieri.

La società che produce il stima un secondo trimestre in perdita, dopo quello conclusosi a Marzo in cui la compagnia ha registrato perdite per 125 milioni di dollari. Le perdite per il trimestre corrente dovrebbero essere significative, ma non sono stati rilasciati dettagli. “ sta attraversando una significativa trasformazione mentre ci muoviamo verso il lancio del BlackBerry 10, e la nostra performance finanziaria continuerà a rappresentare una sfida per il prossimo trimestre.”

È un disastro. È davvero negativo. Non ci aspettavamo una perdita operativa così in fretta” ha commentato l’analista di Jefferies & Co, Peter Misek. Shaw Wu, analista di San Francisco, è sostanzialmente dello stesso parere. “Lo shock maggiore è che si trattava di una società che era ancora in grado di affermare  che anche se si trovavano in una posizione difficile, erano ancora in attivo. Ora non possono più sostenerlo. Questo è ciò che è successo a Palm, quando le cose iniziarono ad andare davvero male. ” Secondo l’analista la situazione finanziaria della compagnia si sta deteriorando velocemente e le prospettive peggiori non sono più escludibili.

RIM ha perso circa il 75% del proprio valore sui mercati finanziari durante i 12 mesi passati. Le azioni sono scese sotto il minimo registrato negli ultimi 8 anni, toccando i 10.38 dollari contro i circa 140 dollari di 4 anni fa.

RIM ha confermato la volontà di trasformare la compagnia per reagire alla situazione e le indiscrezioni su un massiccio taglio di personale, parlando di una riduzione dei costi durante l’anno fiscale per una somma pari a 1 miliardo di dollari; ma sottolineando la volontà di continuare a investire e assumere in settori strategici.

Confermata, inoltre, l’assunzione di consulenti economici esterni per una revisione strategica. La società canadese ha, infatti, assunto J.P. Morgan Securities e RBC Capital Markets (un’unità della Royal Bank of Canada) per consulenze e guida nella prevista profonda revisione strategica. Revisione che potrebbe portare a partnership con altre compagnie, ad accordi di licenza per il sistema operativo BlackBerry o alla possibile vendite di parti della compagnia o addirittura dell’intera società. Heins ha più volte chiarito, infatti, che nessuna possibilità è esclusa.

Non tutte negative le prospettive per la società, però, secondo il CEO. RIM sottolinea, infatti, la crescita della base utenti, arrivata durante l’ultimo trimestre a 78 milioni con un incremento minore dei precedenti trimestri, ma comunque significativo di 1 milione di nuovi clienti; e la continua crescita delle vendite nei mercati emergenti. Heins ritiene, inoltre, buone le prospettive per la prossima generazione del proprio OS, anche se non annuncia ancora una data precisa di rilascio. L’immissione sul mercato del BlackBerry 10 dovrebbe rappresentare un punto di svolta per la compagnia, nelle intenzioni del manager.

L’enfasi posta sulle prospettive future migliori grazie al lancio del BlackBerry 10 non convince, però, tutti gli analisti. Peter Misek è scettico. “Non vedo la marea del cambiamento. Il problema è che i device BlackBerry 10 non verranno lanciati nel prossimo trimestre, così è probabile che il prossimo trimestre sarà peggiore. Il trimestre di Novembre, quando probabilmente i device BB10 verranno rilasciati e allo stesso tempo verrà lanciato l’iPhone 5, è destinato probabilmente ad essere a sua volta negativo. Così si hanno una serie di prossimi trimestri negativi ed è veramente difficile vedere come potrà andare meglio.

1 Commento

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

1 Commento

  1. Pingback: RIM: vendite in calo del 30%, si punta sul BlackBerry 10 | Tech Economy

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This