Market & Business

Apple annuncia sorprese, Tim Cook apre a Facebook

Apple

I che negli scorsi giorni hanno invaso il web su un’imminente uscita di qualche novità da Cupertino sembrano essere fondati: ha dichiarato che starebbe preparando il lancio di alcuni “incredibili” nuovi prodotti.

E la conferma questa volta arriva da una fonte attendibile: a dare la notizia è stato lo stesso amministratore delegato della compagnia, , il quale però non ha diffuso maggiori dettagli sul periodo di lancio e sul tipo di device che si appresta a sbarcare sul mercato.

Molto probabilmente si tratterà della tanto attesa smart TV, preannunciata già da mesi di indiscrezioni: la sua messa in produzione è “sfuggita”, e prontamente smentita, in una dichiarazione del capo della Foxconn, partner cinese di Cupertino.

Nel suo primo intervento presso l’incontro “D: All Things Digital”, Cook avrebbe sottolineato la continuità con il suo predecessore, Steve Jobs, mettendo ancora una volta in evidenza l’impegno della società per offrire una maggiore trasparenza al suo pubblico, anche in tema di diritti del lavoro nelle fabbriche dei suoi fornitori cinesi.

Dalle dichiarazioni di Cook emerga anche un’importante apertura nei confronti di Facebook: il CEO di Apple non ha chiuso la porta a un’eventuale collaborazione con il social network, ed in seguito ad una domanda al riguardo, ha risposto: “Restate sintonizzati”, a sottolineare come il rapporto con la compagnia di Mark Zuckerberg sia “solido”, ed Apple “potrebbe fare più cose con loro”. La relazione tra le due società è stata descritta da Cook come quella fra “due persone che hanno forti punti di vista: possiamo apprezzarsi l’uno l’altro. Il fatto che si hanno punti di vista non significa che non si possa lavorare”.

Intanto,  secondo quanto riportato da Digitimes, la supply chain di Apple starebbe riscontrando grandi difficoltà nel far fronte agli ordini di produzione dei nuovi MacBook, a causa della previsione di una domanda straordinaria da parte dei consumatori.

I partner cinesi della compagnia di Cupertino devono fronteggiare inoltre una carenza di manodopera, e faticano a trovare abbastanza lavoratori per soddisfare i ritmi produttivi necessari a rispettare gli ordini.

La società americana starebbe puntando in modo massiccio sui nuovi MacBook, che dovrebbe lanciare  in una data non ancora definita nel mese di Luglio, e le ricerche di mercato indicano come le richieste dei consumatori per questo prodotto supereranno le aspettative dell’azienda, motivo che ha spinto Apple a pianificare un aumento nella produzione.

Secondo il parere degli analisti, le spedizioni di MacBook potrebbero aumentare dai circa 12,8 milioni registrati nel 2011 fino ad un massimo di 19 milioni per questo nuovo anno. Alcuni impianti che stanno producendo i Macbook in Cina, a causa dell’incremento inaspettato della produzione, hanno dovuto necessariamente esternalizzare parte degli ordini per rispettare i termini delle consegne.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This