Market

Mosaicon è la startup italiana dell’anno

Ugo Giusino Parodi fondatore di

Mosaicon, siciliana attiva nel campo delle campagne pubblicitarie virali, vince il premio “Start Up del 2012”.

Il concorso, organizzato dall’Università di Sassari e da PNI Cube, associazione degli incubatori aziendali universitari, mira a dare visibilità alle giovani imprese italiane che hanno raggiunto risultati economici e qualitativi migliori e innovato maggiormente. Inoltre, è un’occasione per monitorare l’efficacia delle attività dell’associazione.

Il concorso è aperto a tutte le imprese innovative italiane giovani e con legami di collaborazione con le università. 10 le aziende finaliste, provenienti da tutta l’Italia e attive in settori disparati come servizi internet, mobile,  biometria, farmaceutica e nuovi materiali. Mosaicon è stata, però, l’azienda scelta come miglior startup dell’anno dalla giuria composta da operatori di fondi di investimento, venture capitalist e manager selezionati da PNI Cube.

Mosaicon, fondata nel 2009 e specializzata nella produzione, distribuzione e monitoraggio di campagne virali online, è stata scelta principalmente per l’intraprendenza dei fondatori, i benefici diretti sull’occupazione, i risultati economico-finanziari e le buone prospettive per il futuro.

La startup ha ricevuto il premio di 5 mila euro, consegnato da Anders Nilsson (Microsoft Italia), ma più di tutto avrà la possibilità di accedere ad un ampio network di possibili partner finanziari e industriali; e le verrà, inoltre, conferito il riconoscimento di impresa accademica innovativa assegnato dal Presidente della Repubblica Italiana.

Loris Nadotti, presidente di PNI Cube, durante la premiazione ha sottolineato proprio l’importanza delle reti sociali per l’. “L’obiettivo del premio è dare visibilità alle imprese innovative, mettendole in contatto con venture capitalist e responsabili di ricerca e sviluppo di grandi aziende interessate a investire nell’innovazione italiana“.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

Inizio
Share This