Market & Business

Spotify: valutato 4 miliardi di dollari

Daniel Ek e Martin Lorentzon - Spotify

, servizio di musicale in forte crescita, sta cercando di raccogliere ulteriori finanziamenti per circa 220 milioni di dollari, ma l’ammontare potrebbe salire ulteriormente.

La società, secondo fonti ben informate riportate dal The New York Times, verrebbe valutata durante il nuovo round di finanziamento più di 4 miliardi di dollari.

La valutazione di Spotify mette in risalto quanto la società sia riuscita a crescere velocemente. Il servizio di streaming, infatti, è stato fondato in Svezia nel 2006, ma ha reso i propri servizi avviabili nell’importante mercato USA solo l’anno scorso, dopo essersi espanso in altri paesi europei.

Attualmente ha circa 19.9 milioni di utenti attivi al mese (AppData) e attraversa una fase di forte crescita grazie alla strategia di internazionalizzazione e al trend positivo per la musica digitale in generale.

Daniel Ek, prseidente esecutivo della società, ha dichiarato durante un’intervista ad un giornale svedese, Dagens Industri, che quest’anno il fatturato potrebbe raggiungere gli 889 milioni di dollari.

Spotify non dovrebbe incontrare nessuna difficoltà nel trovare investitori, dati i risultati. Secondo le fonti anonime, Goldman Sachs guiderebbe il nuovo round di investimenti con circa 100 milioni di dollari, o circa la metà del totale.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This