Market & Business

Nokia: secondo gli analisti possibilità di default

Nokia

da mesi non naviga in buone acque e dopo il deludente lancio della linea Lumia, le preoccupazioni del mondo finanziario si sono concentrate sulla società, che ha subito un declassamento da parte di alcune agenzie di rating.

Ora nuovi problemi si prospettano all’orizzonte per la compagnia finlandese: il costo del suo debito starebbe aumentando, costringendo la società ad attingere costantemente dalle sue casse, come ha fatto negli ultimi cinque trimestri bruciando 2,1 miliardi di euro.

Una situazione grave per alcuni analisti interpellati da Reuters, che prospetterebbe un possibile rischio di default per Nokia, nel caso non riuscisse a rallentare questo trend negativo: le sue riserve, attestate intorno ai 9 miliardi di euro, potrebbero esaurirsi nel giro di un paio d’anni.

“A nostro parere, per l’azienda, dover ripagare le sue obbligazioni nel 2014 potrebbe rappresentare un problema”. Questo il commento di Juliano Torii, analista della Societe Generale.

Gavan Nolan, direttore della ricerca di Markit, ha dichiarato che esiste una probabilità di default per la compagnia del 49 per cento nell’arco dei prossimi cinque anni.

Nokia sa bene che migliorare il flusso di cassa è un obiettivo fondamentale: “Nokia sta attuando un piano d’azione decisivo per garantire all’azienda un futuro di crescita e di successo”, ha detto il portavoce James Etheridge. “L’obiettivo principale di queste azioni è la riduzione dei costi della società,migliorare il flusso di cassa e mantenere una solida posizione finanziaria”.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This