ICT & Telco

Vint Cerf: “Internet deve rimanere aperta”

Vint Cerf

deve rimanere aperta”, chiuderla significherebbe “uccidere la gallina dalle uova d’oro”.

Questo il pensiero di ,  l’uomo noto per essere il “padre di internet”, che ha rilasciato questa dichiarazione all’ANSA durante un evento organizzato a Bruxelles da Google, al quale ha partecipato nella veste di “chief internet evangelist”.

Una laurea in matematica a Stanford ed un’altra in informatica conseguita presso la Ucla di Los Angeles, Cerf è stato l’uomo che negli anni ’70, insieme a Robert Kahn, creò e sviluppò la suite di protocolli TCP/IP, che permisero l’interconnessione in rete di macchine con linguaggi e sistemi operativi diversi. In pratica, la base dell’internet che oggi conosciamo.

“L’apertura alle nuove idee non va eliminata, così come l’apertura a nuove tecnologie e a nuovi business – ha sottolineato Cerf – La rete deve rimanere assolutamente così perchè se non lo facessimo ne uccideremmo il valore”.

Quello che si ripropone è “sensibilizzare l’Unione europea sull’importanza della partecipazione alle politiche di internet di tutte le parti interessate, non solo i governi: la società civile, il mondo della tecnologia, il mondo degli affari. Tutti devono contribuire allo sviluppo della rete”.

Secondo Cerf, “Internet è fondamentale per la crescita del Pil e non deve essere danneggiato questo grande beneficio. Bisogna mantenere la rete sempre in evoluzione, creativa, con tante idee e con tutte le opportunità che concede. Le politiche dell’ vanno sviluppate di comune accordo, non dobbiamo uccidere la gallina dalle uova d’oro”. 

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This