News

Pubblicità: da cellulari e tablet meno introiti per Facebook

Pubblicità-Facebook

In vista dell’Ipo della prossima settimana, Mark Zuckerberg ha annunciato che il numero di utenti di cresce più rapidamente rispetto a quello di inserzioni pubblicitarie. La crescita degli utenti del social network connessi da mobile – che nel mese di marzo sono saliti a 488 milioni dai 425 milioni di dicembre – sembrerebbe limitare la capacità di generare fatturato.

Non solo, ma su cellulari, tablet e smartphone compaiono meno inserzioni di quelle che si vedono accedendo al sito da computer. E’ quanto è emerso dalla documentazione supplementare consegnata da Facebook alla Securities and Exchange Commission, la Consob americana, in vista dell’Ipo. Nel corso del roadshow che precede la quotazione a Wall Street, la società di Zuckerberg ha ribadito la volontà di privilegiare il servizio offerto agli utenti più che i propri introiti, fatto che suscita perplessità  tra analisti e investitori.

Secondo Jed Williams, analista di Bia/Kelsey: “Devono trovare il modo di monetizzare gli utenti di telefonia mobile nel breve periodo”.

Antonella Tozzi

1 Commento

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

1 Commento

  1. Pingback: Facebook verso l'Ipo | Tech Economy

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This