Le voci su un possibile accordo tra e la società asiatica che reclama il possesso del marchio in circolano da tempo, ma ora c’è la conferma ufficiale da parte di  di trattative in corso.

Xie Xianghui, avvocato della Proview, ha confermato infatti, all’agenzia stampa ufficiale della Repubblica Popolare Cinese (Xinhua News Agency),  colloqui tra le due aziende al fine di raggiungere un’intesa “Anche se avevano detto di essere disposti a negoziare – ha riferito il legale – finora non avevano mai intrapreso alcuna azione. Ora invece stanno avendo colloqui con noi sul caso“.

Xie ha spiegato che le due parti hanno discusso un pacchetto di compensazione. Apple avrebbe fatto un’offerta, ritenuta appropriata dal legale, ma che tuttavia non è stata ancora accettata dalla Proview. Non ha rilasciato dettagli riguardanti l’ammontare dell’offerta della società americana.

Apple, fin ad ora, aveva sempre sostenuto di aver già acquistato il diritto legale di utilizzo del marchio. La trattativa in corso, se confermata, rappresenta un grosso cambiamento di atteggiamento; probabilmente dovuto alla crescente importanza della Cina per la società e per il mercato mobile in generale.

La Cina rappresenta ormai circa il 15% delle entrate del gigante USA e il mercato mobile del paese cresce a ritmi sostenuti, tanto da essere diventato il maggiore mercato smartphone del mondo nei primi tre mesi di quest’anno.

Le prospettive legali per la società americana non sono, inoltre, rosee. Secondo diversi esperti di diritto, tra cui Li Xiaoning, avvocato specializzato in dispute sulla proprietà intellettuale, le possibilità che Proview vinca la causa sono molto alte. La società asiatica è disposta a negoziare principalmente per i grossi problemi finanziari che deve affrontare; se dovesse dichiarare bancarotta non è detto che i creditori siano altrettanto ben disposti verso Apple.

 

Tags: , , , ,