Market & Business

Facebook: con IPO vale fino a 96 miliardi

Facebook

Fonti Ansa risportano che potrebbe raggiungere un valore di mercato di 95,9 miliardi di dollari con lo sbarco in Borsa, atteso per 18 maggio sul Nasdaq con il simbolo FB.

Il social network ha fissato in un forchetta di 28-35 dollari il prezzo di ogni azione e potrebbe arrivare a raccogliere fino a 13,6 miliardi di dollari. Facebook infatti metterà in vendita 337,4 milioni di azioni ordinarie di classe A e B, e potrebbe cederne altri 50,6 milioni se i sottoscrittori eserciteranno l’opzione a disposizione. Dati questi che proiettano Facebook a diventare la maggiore di una società web, battendo Google.

Nella documentazione presentata alla Sec, Facebook spiega che circa la metà delle azioni saranno messe in vendita dai fondatori, dai dipendenti e dagli attuali azionisti. L’amministratore delegato del social network, Mark Zuckerberg, manterrà il controllo del 57,3% dei diritti di voto anche dopo l’ipo.

Come già anticipato il roadshow inizierà lunedì prossimo, ma già nelle prossime ore i manager della società si incontreranno a New York per confrontarsi con le banche che curano il collocamento e informarli sulla presentazione che terranno dell’ipo. Il road show farà tappa a New York, Boston e San Francisco.

Il prezzo fissato per le azioni è più basso di quanto alcuni investitori si attendevano, visto che sul mercato secondario i titoli Facebook sono scambiati a 44 dollari per azione. E questo potrebbe deludere, così come lascia scettici, anche se solo relativamente, una valutazione inferiore ai 100 miliardi di dollari.

Ma su questo ultimo punto gli osservatori non sembrano troppo preoccupati perchè convinti che alla fine Facebook ce la farà a superare la fatidica soglia dei 100 miliardi di dollari. E questo nonostante il recente rallentamento. Facebook ha archiviato il primo trimestre dell’anno con un utile netto di 205 milioni di dollari, in calo del 12% rispetto ai 233 milioni di dollari dello stesso periodo dell’anno scorso. I ricavi si sono attestati a 1,06 miliardi di dollari, il 45% in più rispetto al 2011 ma il 6% in meno rispetto al trimestre precedente.

1 Commento

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

1 Commento

  1. Pingback: Microsoft migliora Bing con l'aiuto di Zuckerberg | Tech Economy

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This