Legal & Digital Rights

Pakistan: la censura della rete è incostituzionale

PAKISTAN

Il governo del sta considerando la possibilità di introdurre un proprio sistema di censura per la rete, in grado di filtrare e bloccare l’acceso ai siti web.

Un gruppo di difesa dei diritti civili ha portato la questione, però, davanti alla corte giudiziaria della provincia del Sindh e la corte si è pronunciata contro il sistema sostenendo che viola la costituzione.

La sentenza non è detto che riuscirà a bloccare i tentativi di poichè, come nota Reporters Without Borders, il governo potrebbe cercare di aggirare la decisione iscrivendo l’iniziativa di filtraggio della all’interno delle leggi anti blasfemia e relative alla sicurezza nazionale.

La decisione della corte è, in ogni caso, un segnale positivo per la liberta della rete in un area dove questa subisce spesso limitazione e censure.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This