ICT & Telco

Metà del traffico dati mobile è generato da video e audio

Metà del traffico dati USA sarebbe generato dal consumo di e audio, secondo una ricerca Sandvine. La società, attiva nell’offerta di soluzioni di “intelligent broadband network” per operatori mobili e fissi, ha rilasciato un studio sul traffico internet effettuato analizzando i dati provenienti da propri clienti che operano in Nord America, Europa, Medio Oriente, Caraibi, America Latina e Asia-Pacifico.

YouTube risulta la fonte di contenuti video più popolare su device mobile, rappresentando, a seconda della regione analizzata, tra il 25% e il 12% del traffico dati in mobilità. Il sito di proprietà di Google attraversa una fase di forte crescita sopratutto per quanto riguarda il mobile (come mostra il grafico sottostante per quanto riguarda gli USA).

Il consumo di contenuti audiovisivi e musicali sarebbe ancora maggiore nel Nord America dove, come si accennava, più della metà del traffico sarebbe generato da servizi come YouTube, Pandora e Netflix. Tali tipologie di contenuti dovrebbero arrivare a rappresentare nell’area, entro il 2014, circa il 60% del traffico mobile. L’entertainment rappresenta in ogni caso almeno quasi il 40% del traffico in tutte le regioni analizzate. Particolarmente forte il consumo di questa tipologia di contenuti anche in America Latina ed in Europa.

Cresce, inoltre, l’utilizzo di sistemi di messaggistica istantanea gratuiti, cosa che preoccupa molto gli operatori per la potenziale perdita di entrate provenienti dagli SMS; e di sercizi cloud di sincronizzazione e backup delle foto (come mostra il grafico sottostante per quanto riguarda gli USA).

Sandvine riassume i principali risultati dello studio in un’infografica.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

Inizio
Share This