Media

Amazon sovrastima i contenuti video offerti?

Amazon-video

La competizione tra i servizi di streaming digitale di contenuti audiovisivi a pagamento si fa intensa e le società, per attrarre nuovi clienti, non sempre adottano politiche di comunicazione del tutto trasparenti.

, secondo calcoli effettuati da Fast Company, starebbe sovrastimando il proprio archivio di contenuti.

sostiene di offrire agli abbonati al servizio Prime (79 dollari l’anno) “più di 17000 film e show televisivi”. La dichiarazione della società non è falsa, ma può trarre in confusione poichè ogni singolo episodio di una serie televisiva viene considerato come contenuto a sé stante, come confermato dalla compagnia a  Fast Company: “Il conteggio di 17000 titoli è inclusivo sia degli episodi TV che dei film”.

Il servizio di streaming darebbe in realtà accesso a circa 1745 film e 150 TV serie. Utilizzando, al contrario, la logica adottata dalla società: la popolare serie televisiva 24 conterebbe, ad esempio, come 192 TV show e i Power Rangers rappresenterebbero 715 TV show, pari al 4.2% dei 17000 contenuti posti a disposizione.

La policy scelta da Amazon può certamente creare confusione nei consumatori, per quanto non esista una regola su come considerare i singoli episodi di una serie televisiva. La scelta della società sembra, però, controintuitiva e contraria alle abitudini di consumo delle audience.

, per evitare problemi, ha semplicemente scelto di non dichiarare numeri precisi relativi alla propria offerta.

Policy più chiare e che permettano un confronto paritario delle offerte sarebbero certamente auspicabili per i consumatori.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This