Market & Business

Mediaset vende le quote di Endemol per 72 milioni

mediaset

72 milioni di euro è l’incasso stimato per dopo la cessione della sua partecipazione in , società produttrice di Format televisivi, avvenuta probabilmente in seguito a un accordo con uno dei fondi ancora presenti (tra i quali c’è Goldman Sachs, Centerbridge, Cyrte e Lamco, ex Lehman).

Una cessione che, secondo indiscrezioni pubblicate da il Sole24Ore, arriverebbe in seguito ad un’offerta che ha riconosciuto alla società olandese un valore di circa 1,2 miliardi di euro, una valutazione superiore a quanto proposto dal gruppo Time Warner, che  a Novembre aveva manifestato il suo interesse. Un’occasione che Mediaset ha colto immediatamente.

Da tempo il Biscione non era soddisfatto dell’andamento in casa Endemol, ed il margine d’azione per indirizzare le scelte della società olandese era fortemente limitato dagli altri attori al suo interno. Lo stesso Pier Silvio Berlusconi, durante la convention di presentazione del palinsesto tenutasi lo scorso Luglio,  aveva commentato così la situazione: “Mediaset farà un passo indietro oppure deciderà di restare con un ruolo più importante, visto che avremmo voluto contare di più”.

L’idea di disfarsi al più preso delle quote Endemol aleggiava da tempo tra i piani alti di Mediaset: già nella documentazione presentata per il bilancio 2011 si legge come “la partecipazione detenuta nel Gruppo Endemol non viene più valutata con il metodo del patrimonio netto previsto per le società collegate, bensì classificata e valutata come partecipazione aviable for sale ai sensi dello Ias 39”

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This