Market & Business

RIM: perdite finanziarie e il rilancio del PlayBook

Blackberry-Playbook

ottiene risultati finanziari anche peggiori di quelli previsti dagli analisti. 4.2 miliardi di fatturato nel quarto trimestre (conclusosi il 3 Marzo), con un calo del 19% rispetto al trimestre precedente. La compagnia complessivamente registra perdita nei tre mesi per 125 milioni di dollari.

Le vendite di device risultano di poco superiori alle previsioni della compagnia (11.1 milioni), ma in calo rispetto al precedente trimestre del 21%. Qualche dato positivo viene dal tablet RIM, la compagnia è riuscita infatti a vendere 500000 in tre mesi, un salto notevole rispetto ai 150000 del Q3.

Thorsten Heins, CEO della compagnia, ha ammesso che “i prossimi trimestri saranno una grossa sfida”. Secondo fonti vicine al manager, Heins sarebbe intenzionato a profonde riorganizzazioni della società che potrebbero portare al licenziamento consensuale di manager “a livello di vice presidenti e vice presidenti anziani.” Il CEO sta, in ogni caso, esplorando tutte le opzioni per il futuro e non esclude partnership e nuove strategie di offerta per il futuro.

Il problema principale per l’azienda, secondo molti analisti, rimane, però, un’offerta stagnante di smartphone. Heins annuncia cambiamenti. L’azienda intende concentrarsi su ciò “che fa di un BlackBerry un BlackBerry,” e, quindi, riconquistare il mercato business; ma, contemporaneamente, conquistare il mercato dei smartphone a basso costo contrastando l’offerta di device economici Android.

1 Commento

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

1 Commento

  1. Pingback: RIM: ancora un trimestre in perdita | Tech Economy

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This