SEO

Content is King – Come scrivere contenuti ottimizzati SEO

SEO-7-content-is-king

Matt Cutts (Google), in un recente intervento,  ha ribadito il concetto secondo cui, il contenuto delle pagine di un sito web è fondamentale per  un buon posizionamento  nei motori di ricerca.

Inserire meta tag corretti e utilizzare URL “tecnicamente perfette”, a lungo termine non porterà a nessun risultato positivo se tali elementi non si riveleranno coerenti con il contenuto di riferimento, in quanto, gli spider dei motori di ricerca, utilizzano strumenti che sono ormai in grado di navigare attraverso i siti web in modo ineccepibile e scrupoloso.

La qualità dei testi all’interno dei siti web diventa quindi uno degli elementi che può costituire un effettivo vantaggio competitivo nella “lotta al posizionamento”: a parità di struttura “tecnica” (meta tag, URL, sitemap etc…) solo il sito che avrà dei contenuti qualitativamente migliori riuscirà ad avere posizioni migliori all’interno dei motori di ricerca.

contenuti-seo

Scrivere articoli ben strutturati, scritti in un italiano corretto (appunto purtroppo non banale) e di grande interesse, porta ad un triplice vantaggio, poiché i contenuti influiscono su 3 fattori fondamentali per il posizionamento sui motori di ricerca:

  • l’utente: qualsiasi contenuto deve essere pensato in primis per gli utenti che visiteranno il sito web. La qualità dei testi spingerà i visitatori a leggere ed eventualmentea commentare o condividere sui social network, in modo da incrementare esponenzialmente (e senza ulteriore sforzo pubblicitario) la visibilità del contenuto sul web.
  • I motori di ricerca:  la qualità e la coerenza dei testi rispetto agli altri elementi di posizionamento (meta tag, url etc…) porteranno gli spiders dei motori di ricerca a considerare maggiormente un sito piuttosto che un altro, portandolo ai primi posti delle SERP per particolari parole chiave.
  • Altri siti web: è bene sempre tenere presente che per incrementare la link popularity di un sito web, altri siti dovranno linkare i nostri contenuti. Ovviamente solo se i testi e gli argomenti trattati sono scritti in modo corretto e accattivante potranno suscitare la curiosità dei vari webmaster, prendendo così in considerazione l’idea di citare il contenuto all’interno del proprio sito.

Per scrivere contenuti che consentano ad un sito di  migliorare il proprio posizionamento sui motori di ricerca è fondamentale quindi disporre di una redazione web o un web content specialist.

Molte aziende, ancora oggi, non sanno quanto sia importante saper scrivere sul web in modo corretto. È essenziale quindi organizzare la redazione con professionalità capaci di muoversi all’interno delle leggi linguistiche della netiquette per produrre contenuti accattivanti ed interessanti per coloro che sulla rete cercano determinate informazioni.

Accanto alla redazione è necessario l’apporto di un SEO Specialist che conosce le leggi dell’ottimizzazione sui motori di ricerca per indirizzare i content editor sulle parole chiave e sui concetti a cui puntare maggiormente per poter raggiungere gli obiettivi preposti.

Che si tratti quindi di un sito aziendale, di un corporate blog o di un blog personale, è necessario sapere “cosa e come comunicare”, poiché il web rimane prima di tutto uno strumento di comunicazione.

Per “saper scrivere” in ottica SEO esistono vari metodi e strumenti che aiutano il redattore a produrre contenuti interessanti coerenti e ottimizzati. Di seguito saranno elencate e spiegate alcune accortezze ”tecniche”:

  • Individuare le keyword da utilizzare: per ogni articolo o contenuto è opportuno determinare quali parole chiave si vogliono inserire all’interno del testo. Utilizzare 3-4 parole chiave al massimo. Nel caso di questo articolo per esempio le parole chiave da utilizzare potrebbero essere: “SEO” e  “contenuti/o”. L’obiettivo sarà quello di inserire, durante la stesura del testo, le suddette parole chiave senza snaturare in alcun modo il senso o la leggibilità dell’articolo. Ripetere troppe volte all’interno di un testo la stessa parola chiave può portare a delle penalizzazioni da parte dei motori di ricerca (keyword stuffing).
  • Inserire link all’interno del testo: è assolutamente consigliato includere nel contenuto di una pagina dei link puntanti verso una pagina esterna o verso una pagina interna al proprio sito. Come per le keyword non bisogna esagerare: 4-5 link al massimo per articolo. La scelta del testo linkabile (o “anchor text”) è molto importante in un’ottica di ottimizzazione. È consigliabile, infatti:
  • Usare le parole chiave come anchor text come ad esempio “segui la nostra rubrica SEO
  • Non utilizzare frasi generiche che non contestualizzano il link come “QUI” o “Clicca qui” 
  • Avere un equilibrio, nei limiti del possibile, tra link esterni e link interni al sito.
  • Evitare di duplicare contenuti di altri siti: oltre a non essere “deontologicamente corretto”, è anche un grave errore SEO che potrebbe portare a penalizzazioni da parte dei motori di ricerca. Scrivere contenuti unici permette non solo di creare testi originali e più in linea con le proprie scelte strategiche e stilistiche, ma suggerisce agli spider di Google & Co. che quel determinato articolo vive e risiede solamente all’interno di un sito.
  • Includere un testo alternativo nelle immagini: nel codice HTML relativo alle immagini è presente un parametro chiamato ALT (alternative text) che visualizza un “testo alternativo” nell’eventualità che l’immagine non venga visualizzata dal browser. Per controllare se una immagine ha o meno il tag ATL basta far scorrere l’indicatore del mouse per far comparire un messaggio che visualizza proprio il testo alternativo (provate con le immagini in questo articolo). Il suddetto parametro acquisisce una grande importanza in termini di ottimizzazione poiché gli spider dei motori di ricerca si basano proprio sull’ALT per controllare se esiste una corrispondenza tra le immagini e il testo. È quindi necessario compilare il parametro per tutte le immagini presenti nel contenuto inserendo la parola chiave più adeguata al visual dell’immagine di riferimento.Prendendo come esempio l’immagine di copertina di questo articolo:
    SEO-come scrivere-contenuti

    un utilizzo corretto del tag ALT potrebbe essere quello di riscrivere il titolo della pagina; quindi all’interno del codice relativo all’immagine potremmo trovare quanto segue:

    …src=”http://www.techeconomy.it/seo-contenuti.png” alt=”Seo-come-scrivere-contenuti“/>

    Lo stesso concetto andrebbe declinato anche sui titoli delle immagini, evitando di scrivere “immagine1.jpg” o “foto1.png, ma utilizzando delle parole chiave specifiche per il contenuto di riferimento.

I tecnicismi sopra elencati sono assolutamente fondamentali per una corretta impostazione del contenuto, ma perdono totalmente di significato se non si rispetta la naturale coerenza del contenuto stesso. Nulla è più efficace di un testo accattivante, ben scritto e coerente con il contesto di riferimento.

Qualità, semplicità ed unicità sono quindi i tre valori fondamentali per riuscire ad ottenere i maggiori benefici dalla scrittura dei contenuti, favorendo così il posizionamento ai primi posti sui motori di ricerca.

Daniele De Marinis

Daniele De Marinis

Nativo digitale, studioso e frequentatore di social network. Esperto di SEO e SEM. Appassionato di Marketing (meglio se Web) e comunicazione (meglio se online)

Facebook Twitter LinkedIn 

2 commenti

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

2 Comments

  1. Pingback: Scrivere per il SEO | Tech Economy

  2. Pingback: Le 5 regole d’oro SEO al lancio di un nuovo sito web o blog | Tech Economy

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This