ICT & Telco

Wi-Fi nella London Underground in vista delle Olimpiadi

Virgin Media farà uno splendido regalo a tutti gli utenti del celebre Tube, che in questo caso specifico non è il sito di streaming video, ma il “nomignolo” affibbiato dagli inglesi alla metropolitana di Londra.

In occasione delle Olimpiadi infatti, 80 delle 276 stazioni dell’intricato percorso sotterraneo, che collega i tanti quartieri della “Fumosa”, offriranno ai tanti passeggeri un servizio di connessione gratuito, permettendo così il collegamento ad internet ai possessori di device mobili.

Non ci saranno limiti di tempo, tantomeno costi per gli utenti durante tutta la manifestazione sportiva ma, una volta finite le Olimpiadi, si passerà ad un sistema a pagamento, aumentando i punti d’accesso di altre 40 unità entro l’anno. Il servizio non sarà però disponibile sui vagoni, solamente nelle banchine d’attesa delle stazioni, ascensori e biglietterie. Notizia che ha creato non poche perplessità sulla sua effettiva efficacia.

Il servizio rappresenta comunque un primo passo avanti verso l’implementazione e il potenziamento delle reti mobili all’interno dei percorsi sotterranei della metropolitana: un progetto simile, che riguardava la copertura telefonica, era stato preso precedentemente in considerazione, ma poi abbandonato a causa dell’elevato costo di installazione, e per mancanza di operatori disposti ad investire in questa direzione.

La risposta della concorrenza non ha però tardato ad arrivare: la rivale O2 ha annunciato che si occuperà dei pendolari e turisti che viaggiano in superficie, lanciando una delle più grandi reti Wi-Fi  d’Europa, che coprirà tutta la capitale inglese, giusto in tempo per l’inizio delle Olimpiadi.

A quanto pare a sfidarsi nei prossimi mesi non saranno solamente gli atleti, che comunque non dovranno dimenticare di mettere nella borsa, insieme ai pettorali ed agli attrezzi sportivi, i loro smarthphone e tablet.

1 Commento

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

1 Commento

  1. Pingback: Per le Olimpiadi anche "l'occhio di Londra" diventa Social | Tech Economy

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

Inizio
Share This