App

Google spinge gli sviluppatori ad adottare il suo sistema di pagamento mobile?

googlewallet

Google starebbe facendo pressioni sugli sviluppatori  di Android perché adottino il suo sistema di pagamento mobile, Google Wallet, e non servizi concorrenti. Il gigante californiano è deciso a far decollare il proprio servizio e minaccia di “sospendere” dall’Android Market, ora integrato in Play, le app che utilizzano sistemi di pagamento diversi, come PayPal, Zong e Boku.

La compagnia starebbe utilizzando la propria posizione di forza nel mercato delle applicazioni per spingere gli sviluppatori all’adozione, sostenendo che l’utilizzo di servizi rivali violi i termini di servizio.

Google avrebbe inviato, a fine Agosto, un’email agli sviluppatori minacciando la sospensione dell’app che non si fossero adeguate entro 30 giorni. Reuters ha ottenuto una copia dell’email e riporta la testimonianza di Si Shen, fondatore del  social gaming network  Papaya. “Hanno detto alle persone che se usavano altri sistemi di pagamento avrebbero infranto i termini d’uso. Indipendentemente  da se è giusto o sbagliato, noi dobbiamo seguire le regole.” Papaya è nato più di due anni fa, quando non poteva essere utilizzato per i pagamento interni alle app, così utilizzava PayPal e Zong; ora ha abbandonato i due servizi ed utilizza quello Google. “Se avessimo una scelta, la liberta di scegliere il servizio di pagamento, sarebbe meglio. Ma se dobbiamo seguire le regole, lo faremo. Voglio mantenere un’ottima relazione con Google. Siamo molto collaborativi. È davvero importante per gli affari.”

La posizione di Google nel mercato gli permette di esercitare una forte pressione sugli sviluppatori e raggiungere, probabilmente, l’obiettivo di fare di Google Wallet il servizio di pagamento dominante nell’ecosistema Android. Nonostante la piattaforma di pagamento trattenga una percentuale maggiore sulle transazioni rispetto ad altri concorrenti.

L’iniziativa potrebbe, però, favorire una semplificazione degli acquisti per i consumatori, che prima potevano imbattersi in svariati sistemi di pagamento nello store Android, e incrementare, proprio per questo, le transazioni finanziarie.

Diversi sviluppatori hanno commentato positivamente la decisione, proprio per la semplificazione che introduce e i maggiori acquisti che potrebbe indurre. Charles Hudson di Bionic Panda Games paragonando la situazione a quella dela rivale Apple, che da sempre obbliga gli sviluppatori ad utilizzare il proprio sistema di pagamento, sottolinea che questo è stato uno dei motivi del successo dell’App Store. “Ogni singolo sviluppatore utilizza il sistema di pagamento Apple. Google vede i benefici che questo offre ad Apple e vuole creare un sistema simile.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This