App

Il browser Android supera Opera

AO

, dopo i tanti successi degli ultimi mesi, conquista un nuovo primato. Il nativo della piattaforma Google supera, per la prima volta, e diviene il software più utilizzato per effettuare ricerche in mobilità. Stando a dati del servizio di statistiche digitali StatCounter, a febbraio, Opera sarebbe stato scalzato dalla posizione di testa della classifica dei browser mobili più utilizzati.

La scorsa settimana Opera aveva dichiarato 160 milioni di utenti mobile mensili, StatCounter gli attribuisce il 21.7% del mercato a Febbraio. Android ha uno quota di mercato del 22.67%, quindi prendendo per buone le dichiarazioni di Opera dovrebbe avere circa 167 milioni di utenti mensili. Le persone che utilizzano il web in mobilità tramite browser dovrebbero essere, in totale, 737 milioni.

Android, in un anno, ha conquistato circa l’8% del mercato passando dal 14.7% del mercato (quarto posto), al 22.67% attuale che gli garantisce il titolo di browser più utilizzato.

Il browser BlackBerry, al contrario, è in fase di netto declino. A febbraio 2011 aveva una quota di mercato simile a quella di Android (14,35%), ma attraversava già una fase non positiva tanto che la piattaforma Google glia aveva da poco strappato la quarta piazza. Il trend è peggiorato, mantiene la quinta posizione, ma il distacco dai maggiori concorrenti si fa abissale (6.53%).

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This