Focus

24 miliardi di device connessi nel 2020

BMW_Vision_Connected_Drive_09

I dispostivi connessi alla rete nel 2020 saranno 24 miliardi, per un valore di mercato totale di 4.500 miliardi di dollari. Le stime sono state presentate da GSMA, associazione degli operatori mobili, al  Mobile World Congress di Barcellona.

La ricerca da cui sono tratte le previsioni di mercato, tenta di analizzare come le trasformazioni sociali e tecnologiche, legate a quella che viene definita Connected Life, apriranno nuove opportunità economiche, faciliteranno nuovi modelli di business, e miglioreranno i servizi esistenti. Secondo Michael O’Hara responsabile marketing di GSMA, per sfruttare al massimo le opportunità offerte da una società always on e dalla rivoluzione , sono necessarie collaborazioni tra i diversi settori industriali poichè tutti, a diverso titolo, saranno  sempre più coinvolti nel di crescita della connettività e nella progressiva mutazione di tutte le tipologie di oggetti in smart object.

L’impatto economico sarà determinato da due categorie: maggiori entrate e riduzione dei costi. Le vendite di dispositivi connessi alla rete e dei servizi collegati ai , nel 2020, genereranno un fatturato di 2.5oo miliardi di dollari, dei quali circa $1.2 potrebbero andare agli operatori mobili. Le riduzioni dei costi e il miglioramento dei servizi dovrebbero ammontare a circa 2.000 miliardi, divisi equamente tra minori costi (come l’automatizzazione di operazioni ora manuali) e i miglioramenti (come il monitoraggio dei pazienti a distanza).

Michael O’Hara, responsabile marketing di GSMA , ha inoltre sottolineato la progressiva diffusione della capacità di connessione nei più svariati oggetti. “Oggi il mercato dei  dispositive connessi è dominato da smartphone, tablet, elettronica di consumo e M2M device che connettono di tutto dalle auto ai servizi sanitari e finanche intere città.

La ricerca, infatti, analizzando l’evoluzione del mercato prevede la forte diffusione di smart object di svariati tipi e di servizi ad essi connessi. La Top 10 delle applicazioni connesse nel 2020 rifletterà questa tendenza alla diffusione delle funzioni di elaborazioen dati e connessione.

  1. La connettività mobile in auto sarà al primo posto della classifica grazie al fatturato economico generato. Le smart car diverranno sempre di più  un prodotto di uso comune, capaci di suscitare i desideri dei consumatori, soprattutto grazie alla crescente domanda di servizi legati al recupero del veicolo rubato, assicurazione a distanza e entertainment. Attualmente i servizi di connessione vengono spesso integrati tramite dispositivi esterni acquistati in un secondo momento come il GPS. Le case automobilistiche, per differenziare la propria offerta e incrementare i ricavi, tenderanno sempre più a integrare nei veicoli piattaforme di connessione proprietarie che rivoluzioneranno la stessa progettazione dei modelli. Il 90% delle auto nuove nel 2020 saranno in qualche modo connesse alla rete, per un valore economico aggiuntivo di circa 600 miliardi di dollari. Per la ricerca, comunque, l’impatto sul settore automobilistico sarà molto più vasto soprattutto se si considerano le assicurazioni a tariffa calcolata in base all’utilizzo effettivo dell’auto e i cambiamenti nell’industria del noleggio auto, rispettivamente al 5 posto e al 6 posto della classifica.
  2. I servizi di monitoraggio dei malati a distanza genereranno risparmi di spesa pari a 350 miliardi di dollari, posizionandosi secondi nella classifica. Device in grado di monitorare in remoto le condizioni cliniche dei pazienti cronici genereranno una riduzione dei costi delle cure mediche sia abbassando la spesa, sia attraverso interventi di prevenzione. Avranno, inoltre, effetti benefici sulla qualità delle cure e della vita dei pazienti.
  3. Applicazioni legate alla sicurezza e al monitoraggio della casa avranno un ruolo centrale nel futuro della connettività. Grazie a funzioni di connessione e dispositivi più flessibili, si potranno risparmiare $250 miliardi ottenendo uno stesso livello di sicurezza delle abitazioni.
  4. I servizi di assistenza agli anziani saranno ugualmente molto diffusi. Fortemente legati a quelli di monitoraggio dei pazienti a distanza, anche se pensati per soggetti in buono stato di salute, tali servizi cresceranno di pari passo con l’invecchiamento della popolazione e potranno offrire benefici in termini di qualità della vita. Secondo le stime faranno risparmiare quasi 270 milioni di dollari, riducendo le spese necessarie al trasferimento in case di cura e fornendo assistenza a domicilio in remoto.
  5. Le assicurazioni auto Pay-As-You-Drive permetteranno un abbattimento dei costi assicurativi per gli automobilisti. Le assicurazioni basate sulle abitudini di guida registrate dalle apparecchiature elettroniche potrebbero addirittura diventare la norma. Già oggi esistono iniziative in tal senso, come la polizza lanciata da Automobile Association (AA) britannica poche settimane fa. L’associazione dichiara che i sottoscrittori della polizza potrebbero risparmiare fino a 1300 dollari ogni anno.     Nel 2020 il fatturato complessivo derivante da questa tipologia di polizze sarà pari a 210 miliardi di dollari e le compagnie assicurative risparmieranno grazie alla maggiore efficienza altri $35 miliardi.
  6. Le permetteranno, inoltre, l’adozione di nuovi modelli di bussiness. I servizi di noleggio, ad esempio, potranno beneficiare della tracciabilità dei veicoli. Gli effetti maggiori si avranno in relazione ai sistemi di proprietà e alla diffusione di servizi di car sharing. Le innovazioni genereranno 150 miliardi di dollari di entrate e risparmi per gli utenti pari a $75 miliardi.
  7. Un grande impatto economico e sociale proverrà anche dalla maggiore diffusione dei contatori connessi, Smart Meters. I contatori intelligenti passeranno dai 130 milioni attuali ad un miliardo e mezzo nel 2020, generando $85 miliardi di risparmi totali, divisi tra gli operatori di mercato (circa $20 miliardi) ed una riduzione della spesa tra il 3 e il 13% per le famiglie. I vantaggi indiretti saranno ancora maggiori. Le compagnie, ad esempio, conoscendo meglio la domanda di energia, potranno cercare di livellarla nei vari momenti della giornata, tramite offerte mirate e ridurre così la necessità di costruire nuove centrali energetiche.
  8. 1.2 miliardi di auto nel 2020 circoleranno per le strade (900 milioni oggi), questo creerà numerose difficoltà nella gestione del traffico. Soluzioni di gestione del traffico in rete permetteranno una più attenta pianificazione, una più efficace gestione delle emergenze e, se ben utilizzate, la riduzione del traffico nelle ore di punta. Simili sistemi esistono già oggi ma il fatturato del settore nel 2020 raggiungerà i 100 miliardi di dollari. A cui vanno sommati i circa $30 miliardi derivanti da sistemi di gestione dei parcheggi. Questi contribuiranno a  un’ulteriore riduzione del traffico, visto che secondo uno studio (Gantelet & Lefauconnier) del 2006 il 5-10% degli ingorghi sono causati da automobili che cercano un parcheggio (addirittura il 60% nelle strade più piccole).
  9. 75 miliardi di dollari verranno generati dalla connessione e gestione intelligente dei processi di ricarica dei veicoli elettrici e degli elettrodomestici. Una parte del valore economico verrà generato dai punti di ricarica pubblici per le auto elettriche, un’altra parte dalla gestione maggiormente efficiente dei consumi domestici. La ricarica degli elettrodomestici potrà, ad esempio, avvenire nei momenti della giornata in cui l’energia costa meno.
  10. L’automatizzazione di applicazioni e device domestici e lavorativi dovrebbe portare a un ulteriore risparmio energetico (dal valore economico di $40 miliardi) e a una più semplice ed efficace gestione delle attività. La maggiore efficienza nei consumi domestici deriverà da diversi possibili utilizzi degli smart object. Sarà possibile programmare l’accensione degli elettrodomestici nei momenti più opportuni e di minor costo dell’energia; o ottenere una temperatura ottimale della casa senza programmare in anticipo gli orari di accensione dell’impianto di condizionamento: si accenderà  automaticamente quando l’auto dei proprietari sarà in prossimità di casa, senza sprechi.
Top Ten Connected Applications in 2020 Value to the Connected Life
Connected Car US$600 billion
Clinical Remote Monitoring US$350 billion
Assisted Living US$270 billion
Home and Building Security US$250 billion
Pay-As-You-Drive Car Insurance US$245 billion
New Business Models for Car Usage US$225 billion
Smart Meters US$105 billion
Traffic Management US$100 billion
Electric Vehicle Charging US$75 billion
Building Automation US$40 billion

http://www.youtube.com/watch?v=EmrynjuTBGo&feature=player_embedded#!

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This