Device

Google: a Barcellona si discute di moneta elettronica e dintorni

Schmidt: ci vuole il giusto equilibrio tra sicurezza e privacy

, Presidente di Google, rispondendo alle domande del pubblico alla fine del suo keynote al Mobile World Congress di Barcellona, ha rilasciato diverse dichiarazioni interessati su svariati temi.

Schmidt ha ammesso, ad esempio, che la compagnia ha considerato in passato l’introduzione di una propria moneta elettronica, ma ha abbandonato il progetto per problemi legali. Il gigante della ricerca aveva analizzato diversi progetti inerenti l’introduzione di una moneta peer-to-peer, che si sarebbe chiamata Bucks. La società ha poi deciso di abbandonare il progetto perché poteva essere considerato illegale in molti paesi.

Sul fronte caldo dell’entrata di Google sul mercato dei dispositivi mobili, nel suo discorso Schmidt ha affermato che l’azienda si sta preparando alla battaglia legale in Cina per la difesa dei brevetti Motorola, una volta che l’acquisizione del produttore di device mobili sarà completata.

Infine il presidente della compagnia di Mountain View, presentando il nuovo Chrome Mobile, ha dichiarato di aspettarsi un ulteriore diminuzione dei prezzi dei device Android. “Abbiamo molti partner che stanno lavorando a telefonini che saranno nell’intervallo di prezzo tra i 100 e i 150 dollari.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This