Device

Nokia: due novità “agli estremi” presentate a Barcellona

nokia news

Presentate oggi al MWC di Barcellona le due curiose novità di , che hanno spiazzato molti per la loro sostanziale differenza.

La prima, il Nokia 808 PureView, promette di spazzar via la concorrenza nella competizione sulle prestazioni fotografiche. E non c’è presunzione nella sua affermazione, in quanto il dispositivo integra una fotocamera da ben 41 Megapixel, una definizione mai vista prima tra le specifiche dei device mobili.

Un dispositivo unico, quasi più macchina fotografica che telefono, in grado di scattare foto e girare video al massimo della risoluzione, ma capace di ridimensionare automaticamente i file nel momento dell’upload per la condivisione sui social intorno ai 5 mp. A tutto questo si aggiunge un display da 4 pollici, un processore da 1.3 gigahertz, connettività HSPA da 14.4Mbps, 512MB di RAM e 16GB di memoria interna, naturalmente espandibile con microSD. Il tutto disponibile entro Maggio per 450 euro.

Il nuovo modello Nokia attirerà sicuramente l’attenzione della fascia di mercato composta dagli appassionati di fotografia e videomaker, che troveranno in questo device un ottimo e comodo strumento per portare avanti la loro passione in mobilità e leggerezza, puntando così su un target di nicchia ma ben profilato ed esigente.

Ma la seconda rivelazione di Nokia è quella che potrebbe riscontrare maggior successo, soprattutto in ottica globale, e far conquistare all’azienda finlandese, ma soprattutto al ramo Mobile di Microsoft, un enorme segmento di mercato per molto tempo trascurato,  a causa della lotta a colpi di (costosa) innovazione tra i grandi del settore.

Il neonato Lumia 610 infatti è stato presentato come lo più economico” che implementa Windows Phone. Dopo aver abbandonato la  propria piattaforma software, Nokia ha utilizzato nei suoi modelli il sistema operativo di Microsoft, che però ha sempre faticato a decollare nel mercato a causa degli elevati prezzi dei dispositivi.

Ora, con un device che verrà lanciato a soli 189 euro, si potrà diffondere l’OS in un’ampia fetta di pubblico, sottraendo quote ai più economici smartphone Android, già utilizzati dalla stragrande maggioranza degli utenti, e come riportato da Ben Wood, “determinerà un nuovo prezzo di partenza nel portfolio di Nokia ed un nuovo punto di confronto con la concorrenza”.

Una scelta di prezzo che mira verso utenti sempre più giovani ed i mercati emergenti, garantendo prestazioni e servizi di uno smartphone a costi ridotti.

Due device completamente differenti, che si vanno a posizionare in segmenti di mercato agli antipodi. Nokia non ha dimenticato la lezione dettata dalla teoria della coda lunga, ed ha saggiamente deciso di allontanarsi dall’affollatissimo settore intermedio, dominato da Samsung ed Apple, puntare ai due estremi e differenziarsi così per prezzo e caratteristiche tecniche esclusive e all’avanguardia.

2 commenti

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

2 Comments

  1. Pingback: Mobile World Cogress di Barcellona: i prodotti | Tech Economy

  2. Pingback: Domanda di chip per mobile in forte crescita secondo ASMI | Tech Economy

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This