ICT & Telco

I conti Vodafone tra fusioni mancate e acquisizioni all’orizzonte

Conti-Vodafone-tra-fusioni-mancate-e-acquisizioni-all-orizzonte-TechEconomy

Dopo aver rinunciato all’acquisto di Wind Hellas, ha già nuovi progetti di espansione. Sembra che il gruppo britannico stia valutando un’offerta di acquisto per Cable & Wireless, società inglese provider di servizi telefonici. Secondo il Sunday Times metterebbe sul piatto 700 milioni di sterline per C&W Worldwide.

Il gruppo di telefonia mobile al momento non si è sbilanciato, affermando che “regolarmente valuta le opportunità nel settore”. La scorsa settimana, Vodafone aveva abbandonato il progetto di fusione tra le sue attività in Grecia e quelle della rivale Wind Hellas affermando, senza fornire ulteriori spiegazioni, che le negoziazioni con Largo Limited, holding di controllo di Wind Hellas, erano state interrotte di comune accordo.

Secondo i ben informati, la decisione sarebbe stata presa alla luce delle riserve dell’Unione europea su un’eventuale restrizione del mercato a due soli operatori.

Intanto continuano a tenere i conti del gruppo di telefonia, sebbene i risultati trimestrali siano stati sotto le aspettative. Sono cresciuti i ricavi da banda larga, grazie alla diffusione di smartphone e tablet su rete Vodafone, ma sono calati quelli da servizi. A pesare sui conti di Vodafone è stata la crisi dei paesi del Sud Europa. Italia e Spagna hanno registrato un calo dei ricavi da servizi rispettivamente del 4,9% e dell’8,8%.

In particolare, nel trimestre chiuso a fine dicembre, il gigante delle tlc ha registrato ricavi globali per 11,61 miliardi di sterline (-2,3% o +1,6% su base organica) e ricavi da servizi per 10,61 miliardi (-3,2% o +0,9%) con un rallentamento in Europa e un andamento più vivace in Africa, Medio Oriente e Asia-Pacifico.

Nonostante tutto, Vodafone resta fiduciosa anche perché l’ampio mix geografico registra una performance globale che mostra capacità di resistenza. “Continuiamo a fare progressi nelle aree strategiche del traffico dati, delle aziende e dei mercati emergenti”, è stato il commento del Ceo Vittorio Colao.

Antonella Tozzi

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This