News

My Space: la rinascita è vicina?

myspace

, il social network che tutti davano per spacciato, sembra tornato al successo grazie ad una nuova strategia di business e di marketing che non apporta cambiamenti sostanziali ma promette di rivitalizzare il sito.
Al centro del cambiamento due obiettivi strategici: definire in modo ancor più preciso il target di potenziali utenti, a partire dalla “selezione naturale” che già interessava il sito, e la parallela definizione di un’offerta pensata proprio per tale target.

Tim and Chris Vanderhook, infatti, i due giovani investitori che hanno acquistato il MySpace per 35 milioni di dollari dalla News Corp*, hanno deciso di enfatizzare il suo ruolo di hub musicale e dell’intrattenimento. Sostanzialmente l’idea non è quella di competere con i social media ‘generalisti’, ma di offrire uno spazio di interazione specializzato, tanto che il sito ha integrato i propri servizi con quelli di Facebook e Twitter.

La compagnia sembra stia per annunciare che da dicembre, quando ha introdotto un nuovo player musicale, ha registrato un milione di nuove iscrizioni. “Siamo risaliti da zero nuove iscrizioni giornaliere a 40000,” ha dichiarato Chris Vanderhook.

MySpace, in ogni caso, sembra stia riconquistando spazio nell’ecosistema digitale. Il sito aveva nel 2008 75.9 milioni di visitatori unici mensili, da allora è iniziata un’emorragia di utenti che lo ha portato sotto i 30 milioni mensili e sembrava inarrestabile. Al contrario, secondo dati della società di ricerca comScore, a gennaio per la prima volta da quasi un anno il traffico mensile è cresciuto del 4% rispetto al mese precedente (25.1 milioni di visitatori unici).

La maggiore focalizzazione su uno specifico segmento di mercato, musica ed entertainment, sembra stia dando i primi frutti; d’altra parte MySpace ha 42 milioni di tracce musicali in archivio, molte più di servizi di successo come Spotify o Rhapsody.



* La News Corp aveva pagato MySpace $580 milioni nel 2005.

1 Commento

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

1 Commento

  1. Pingback: Youtube si candida al ruolo di ritrovo musicale online in UK | Tech Economy

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This