ICT & Telco

Google paga gli utenti per avere informazioni personali

Google paga gli utenti per avere informazioni personali-techeconomy

Se di recente ha scatenato i dibattiti sul Web – e non solo – in seguito all’annuncio di nuove politiche di , il gigante dei motori di ricerca ha presentato il nuovo progetto Screenwise: gift card Amazon in cambio di informazioni “private”.

In pratica, l’azienda di Mountain View ha deciso di pagare i suoi utenti che vorranno condividere tutto ciò che ricercano, visitano, cliccano e linkano su Internet. Il compenso massimo per ciascun internauta è di 25 dollari da spendere in buoni Amazon.

L’obiettivo di Google attraverso il nuovo progetto – che probabilmente contribuirà a rendere ancora più acceso il dibattito sulle recenti scelte di privacy policy dell’azienda – è quello di studiare le reali abitudini di consumo e di navigazione degli utenti e migliorare i propri prodotti on line. “Quello che impariamo da te, e da altri utenti come te, ci aiuterà a migliorare i prodotti e i servizi Google e costruire una migliore esperienza on line per tutti”, è quanto si legge dalla pagina ufficiale del progetto.

Tutti gli user possono entrare a far parte del gruppo . Basta aver superato i 13 anni, disporre di un account Google e utilizzare come browser predefinito. Gli utenti di , all’insegna di “Help Us Make Google Better” – il titolo della pagina Google dedicata al nuovo progetto – dopo aver installato un’estensione dedicata su Chrome mettono a disposizione di Google tutte le informazioni riguardanti i Siti Internet visitati, le parole ricercate, nonché operazioni come click e link. Tutto in automatico, in tempo reale e per un periodo massimo di 12 mesi. La ricompensa è così strutturata: 5 dollari di gift card Amazon per installare l’applicazione su Chrome e altri 5 per ogni tre mesi di partecipazione al progetto.

Quali saranno le sorti di Screenwise? Quanti saranno gli utenti che decideranno di collaborare con Google per migliorare i prodotti e i servizi realizzati a Mountain View? E che dunque “rinunceranno” alla propria privacy per 12 mesi, in cambio di un massimo di 25 dollari da spendere su Amazon? Per trovare le risposte non resta che monitorare costantemente il progetto.

 

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This