News

New York Times e Wall Street Journal scommettono sulle videonews

The New York Times

I hanno un’importanza crescente nell’ecosistema di rete. Nel solo mese di Dicembre 2011, negli Stati Uniti, 182 milioni di persone hanno visualizzato in rete, secondo i rilevamenti della società di ricerca ed analisi di mercato comScore. 23.2 sono le ore che in media ognuno degli spettatori ha trascorso consumando contenuti audiovisivi tramite Internet.

I newspaper USA sono sempre più attenti al fenomeno e rilasciano una quantità sempre maggiore di contenuti video sui propri siti. e hanno di recente lanciato due nuovi show giornalieri.

Il nuovo programma del The New York Times si aggiungerà ai circa 70 video originali mensili che il giornale produce e tratterà di business, media e tecnologia. Verrà caricato online, per essere visualizzato on demand, tutti i giorni lavorativi alle 10 e 30 di mattina. Lawrence Ingrassia, business editor della testata ha spiegato in un comunicato stampa: “Vogliamo offrire ai nostri lettori le business news  più importanti appena accadono, attraverso tutte le piattaforme. fornirà agli utenti del sito NYTimes.com resoconti in real time sulle notizie economiche principali della giornata, con i commenti dei  business reporter in esclusiva dalla newsroom del  Times.”

Lo stesso giorno, il primo Febbraio, The Wall Street Journal ha annunciato il lancio di un canale YouTube ed un nuovo programma giornaliero, che si aggiungerà agli altri contenuti video regolari della testata a partire dal 6 Febbraio. , che riprende il nome di una sezione del giornale e verrà caricato online ogni  pomeriggio alle 6, tratterà di cultura, moda, musica, film, viaggi e tecnologia.

Le due testate sembrano intenzionate a sfruttare i contenuti video, ed il crescente consumo di questi in rete, per fidelizzare i propri lettori ed attrarre nuovi utenti, anche tramite i social network dove tali tipologie di contenuti sono moto apprezzate.

1 Commento

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

1 Commento

  1. Massimo Tirelli via IV Novembre n. 7 00020 Jenne (RM) ITALIA .TEL +39 3333488152

    20/05/2012 alle 17:12

    OGGETTO: Comunicazione di uno studio per l’individuazione di un singolo DNA in tutto il mondo.

    Spett.le New York Times
    lo studio da me effettuato, permette di individuare un singolo DNA, che stiamo cercando, in qualunque posto del mondo si trovi. Ciò apre a moltissime possibilità di applicazione e risposte,(es. persone scomparse, disperse, rapite ecc.). Il tutto indipendentemente da banche dati._________

    Roma lì 20/05/2012 Massimo Tirelli

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This