Media

Pochi e-book in Italia, in testa i piccoli editori

Pochi_ebook_in_Italia_in_testa_i_piccoli_editori_TechEconomy

Secondo l’ultimo rapporto Italia di Eurispes, il mercato digitale nel nostro paese rappresenta circa il 10% dell’industria editoriale complessiva.

Ancora contenuta è la quota di mercato degli sul mercato totale del libro. Vale solo 0,05%: molto poco rispetto alla percentuale Usa, che oscilla tra l’8 e il 10% e quella del Regno Unito del 2-3%. La situazione di Francia (1,5%), Spagna (0,1%) e Germania, invece, (0,5%) si avvicina alla nostra.

Nonostante il mercato italiano degli e-book sia ancora immaturo, nel 2011 si è registrata una accelerazione progressiva dei libri in formato digitale. I titoli dai 6.950 di dicembre 2010 sono arrivati ai 7.559 di gennaio 2011; 8.186 a febbraio; 8.932 a marzo; 11.271 a maggio; 17.951 a settembre; 18.816 a novembre fino ai 20.000 stimati a dicembre 2011.

Il dato interessante è che dei 342 editori di e-book attualmente in Italia più dei due terzi siano piccoli editori. Dai soli 94 del 2010, sono arrivati a 284 nel 2011. Un dato che dimostra come le nuove tecnologie possano essere un volano di crescita per le piccole e medie imprese.

Antonella Tozzi

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This