News

Il Web mobile cambia le abitudini di consumo mediatico

Il Web mobile cambia le abitudini di consumo medicato-techeconomy

In che modo il mondo mobile impatta sulle abitudini di consumo mediatico degli utenti? prova a rispondere attraverso il suo nuovo studio, focalizzato su 5 Paesi dell’Unione Europea, Francia, Germania, Spagna e Regno Unito, insieme all’Italia.

La ricerca ha indagato in particolare su quali siano i device più utilizzati per connettersi al Web, tra PC, smartphone e , confermando una crescita importante delle connessioni via mobile, che hanno raggiunto il 3,2% di tutto il traffico Internet nei Paesi oggetto di ricerca. iPhone e sono gli strumenti preferiti per navigare su Internet, con il 30% dei device utilizzati per connettersi al Web, mentre se si guarda soltanto agli smartphone, Android detiene il primato dei device preferiti per entrare in rete.

Nel confronto tra PC e mobile, per accedere alla “rete delle reti” il computer è lo strumento preferito durante la giornata, mentre smartphone e tablet sono i device che dominano le connessioni “dopo-lavoro” e in tarda serata.

Fin qui, tutto in linea con le aspettative. Ma la novità rilevata dall’ultima ricerca ComScore è che sono aumentate vertiginosamente le connessioni a Internet via mobile nel tragitto verso casa. A conferma di quanto il mobile Web sia ormai penetrato progressivamente nelle diete di consumo di Internet, e mediatico in generale, degli utenti europei.

Il tablet, in particolare, negli ultimi due anni ha visto crescere in modo esponenziale il suo utilizzo per connettersi a Internet, tanto da affermarsi come il device preferito per l’accesso al Web negli orari serali.

Questi dati, come sottolineato dal report ComScore, rappresentano una novità importante nel panorama mediatico europeo: le TV – gli strumenti di comunicazione e informazione al centro delle abitudini di consumo mediale in Europa, soprattutto nelle ore serali – stanno pian piano cedendo attenzione e share a favore dei device mobili, tablet in primo piano.

Non è un caso probabilmente che iPlayer della BBC, una delle prime applicazioni di mobile video e streaming realizzata da un broadcaster, dal lancio ufficiale – luglio 2011 – a oggi abbia registrato un successo sempre più consistente tra i consumatori mobile.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This