Market & Business

Intel batte le stime e incrementa gli investimenti

intel

, la maggiore compagnia produttrice di chip del mondo, ha annunciato oggi un aumento del 6% negli utili dell’ultimo trimestre 2011, anche se la mancanza di hard disk ha rallentato le vendite di computer.

Il risultato per azione è stato di 0,64 dollari, ma al netto di alcune voci straordinarieil dato sale a 0,68 dollari, battendo le stime degli analisti che avevano messo in conto un eps meno corposo di 0,61 dollari. Gli utili sono stati di 3,36 miliardi di dollari, rispetto ai 3,18 miliardi dello stesso periodo del 2010. Le entrate sono invece aumentate del 21%, passando dagli 11,5 miliardi di dollari dell’ultimo trimestre 2010 ai 13,9 miliardi degli ultimi tre mesi dell’anno scorso.

 Nella rincorsa per accelerare lo sviluppo di chip competitivi per smartphone e tablet Intel ha annunciato un aumento degli investimenti di 400 milioni di dollari per un totale di 12,5 miliardi di dollari in crescita rispetto ai 10,7 miliardi di dollari dello scorso anno. Inoltre, nella speranza di salvaguardare la sua posizione nei pc quest’anno Intel lancerà per gli Ultrabooks la maggiore campagna di marketing dal 2003 con la speranza che la tecnologia instant-on degli ultrabook riuscirà a competere ad armi pari con il fascino irresistibile di iPad e tablet.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This