Legal & Digital Rights

Tv: piano frequenze regioni e passaggio a digitale entro metà anno

Tv_entro_gennaio_piano_frequenze_regioni_e_passaggio_al_digitale_entro_meta_anno_TechEconomy

“Entro gennaio sarà approvato il piano frequenze per le regioni Abruzzo, Molise, Puglia, Calabria e Sicilia. Spetterà poi alle istituzioni nazionali e locali far rispettare le leggi dello Stato e gli impegni presi”. Lo ha affermato il presidente dell’Autorità per le Comunicazioni, Corrado Calabrò, nel corso dell’audizione di questa mattina alla Camera.

L’invito del presidente dell’ è stato quello di dare un segnale concreto rilasciando dopo decenni di provvisorietà i titoli autorizzatori definitivi. “Diamo un segnale che il Far West dell’etere in questo Paese è finalmente finito”, è stato l’appello di Calabrò che ha auspicato che l’Italia arrivi con idee chiare, in linea con l’Europa, alla prossima Conferenza mondiale delle radiocomunicazioni che si terrà a febbraio a Ginevra.

“La completa conversione alla televisione digitale – ha poi continuato Calabrò – deve avvenire entro la prima metà di quest’anno e le frequenze del dividendo digitale già aggiudicate, e già pagate, devono essere assegnate agli operatori mobili”. Peraltro, per la rete mobile c’è un grandissimo interesse da parte di tutto il mercato a investire nella banda larga, secondo il presidente dell’Agcom.

Antonella Tozzi

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This