Market & Business

Google conquista il BBVA con la sua offerta cloud

Banco-BBVA

Il colosso bancario spagnolo sta migrando i suoi 110.000 dipendenti sulle soluzioni di software enterprise di . E’ in assoluto l’accordo più importante che l’azienda Mountain View abbia chiuso fino ad oggi con una azienda per il suo servizio di .

Sebbene la banca abbia dichiarato nel corso di una intervista alla BBC che l’uso degli strumenti di Google sarà limitato ai tool della comunicazione interna, l’accordo può essere visto come il possibile segnale di avvio di una nuova fase da parte del mondo bancario che, con le sue esigenze di sicurezza, è sempre stato considerato come una delle ultime industrie ad accettare il cloud-computing, oltre che un segnale molto chiaro dello spostamento del focus della strategia di Google verso il mondo business.

Il Direttore dell’Innovazione di BBVA, Carmen Herranz, ha tenuto a sottolineare che tutti i dati dei clienti e gli altri sistemi bancari chiave sarebbero rimasto nei data center della banca,  completamente separati dalla soluzione cloud. A tale proposito la banca si appresterebbe ad utilizzare le applicazioni di Google come email, calendario, documenti, chat, videoconferenza e altri strumenti di collaborazione per creare un cambiamento culturale all’interno della struttura al fine di facilitare una maggiore collaborazione interna da parte dei dipendenti dei 26 paesi dove è presente BBVA.

La signora Herranz ha poi aggiunto che il progetto dovrebbe essere completato entro la fine dell’anno e, soprattutto, che la scelta non è stata dettata solo da una mera necessità di ridurre i costi. “L’obiettivo principale” secondo Herranz “è quello di promuovere l’innovazione, lo scambio di informazioni interne e aumentare la produttività perché ci troviamo a lavorare in un mercato difficile dove è necessario ottimizzare i tempi e lavorare in modo più rapido e collaborativo”.

A guidare il cambiamento è anche stata la crescente mobilità della forza lavoro della banca. Molte delle esigenze informatiche della banca si erano già trasferite su smartphone, tablet e laptop, con connessioni in mobilità. Jose Olalla, CIO del BBVA, a tale proposito ha sottolineato come i dipendenti della banca avranno ora “accesso alle informazioni di cui hanno bisogno in qualsiasi momento e da qualsiasi dispositivo connesso a Internet, ovunque nel mondo”, in un’ottica di flessibilità e mobilità.

Il Banco Bilbao Vizcaya Argentaria è una delle più grandi banche della Spagna, con una solidissima presenza internazionale soprattutto in Sud America. Secondo Sebastien Marotte, vicepresidente per l’Europa di Google Enterprise, l’accordo con BBVA è importante non solo “perché è il più ampio accordo mai firmato con un’azienda, è importante perché è una grande società del mondo finanziario, il che dimostra che ormai anche le banche si stanno muovendo verso soluzioni cloud”.

L’accordo riveste particolare importanza perchè Google è riuscita a conquistare la fiducia di BBVA a danno di altri big del settore, come Microsoft e Ibm, e anche perché potrebbe essere un chiaro indizio di uno spostamento di strategia da parte del colosso di Mountain View che si starebbe sempre più focalizzando verso la vendita di soluzioni software per le aziende. E’ di questo avviso Marco Guenther, analista di Hamburger Sparkass, che intervistato da Bloomberg ha rilevato come l’accordo sia particolarmente importante per Google “perché il BBVA è un grosso nome e rappresenta un primo passo per ottenere nuove commesse nel settore finanziario”. Mentre aumenta la concorrenza nell’advertising” continua Guenther “il settore entreprise diventa sempre più rilevante per Google. E questo ne amplia le prospettive di lungo periodo”.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This