News

Mea culpa di Murdoch sul flop Myspace

myspace

Per la prima volta su Twitter, Rupert  ammette di aver commesso molti errori con , il social network acquistato per 580 milioni di dollari nel 2005 e rivenduto in tutta fretta sei anni dopo a 35 milioni, a circa un sesto di quanto New Corporation l’avesse acquistato.


Forse “ispirato” dall’esplosiva cornice del CES, e forse rimpiangendo la grossa occasione avuta e sprecata, il magnate ha fatto chiaro mea culpa riguardo a MySpace ” Abbiamo incasinato la questione in ogni modo possibile e imparato molte costose lezioni“.
Già l’ottobre scorso, durante un meeting annuale, aveva ammesso “Ho fatto un grosso errore, abbiamo comprato MySpace a 600 milioni, avremmo potuto venderlo per 6 miliardi, un mese dopo“. Quando Murdoch acquistò MySpace questo era il social network più diffuso al mondo.
E invece, la tenace ostinazione a voler fare guerra a Facebook cercando di batterlo suo suo stesso terreno, ha portato MySpace alla sconfitta: tre chief executive saltati in un anno e la definitiva vendita del social network a Specific Media, agenzia californiana di pubblicità digitale, e al cantante Justin Timberlake.

1 Commento

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

1 Commento

  1. Pingback: La rinascita di MySpace? | Tech Economy

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This